Netcoop Emilia Romagna

Le opportunità del welfare per dipendenti e soci di cooperative e imprese

martedì 29 marzo 2022

Erogare servizi di welfare a 360 gradi con l’obiettivo di offrire nuove opportunità per il benessere di soci e dipendenti di imprese e cooperative delle province di Modena, Reggio Emilia e Bologna. E’ questo l’obiettivo del progetto Coop4welfare, l’iniziativa che coinvolge Insieme Benefit (cooperativa che opera per ottenere migliori condizioni economiche e di servizio), Valyouness, la nuova società di Cirfood specializzata in servizi di welfare aziendale e territoriale e Confcooperative di Modena, Bologna e Reggio Emilia.

Il progetto nasce dalla volontà di perseguire i valori che contraddistinguono e ispirano da sempre la storia della cooperazione: solidarietà, collaborazione, mutualità e democrazia economica e ha l’obiettivo di supportare le imprese nella realizzazione di piani di welfare aziendale destinati a soci e dipendenti

A parlarne con Netcoop è Antonio Fierro (Presidente di Insieme Benefit) che sottolinea come “Coop4welfare sia nato per creare un’offerta armonizzata e dedicata al mondo cooperativo partendo dalle nuove possibilità di defiscalizzare alcuni investimenti per migliorare l’ambito lavorativo in azienda”. Con il progetto Coop4welfare, di fatto, “si creano delle possibilità per le imprese e le cooperative di erogare o acquistare servizi per i propri dipendenti; si tratta di servizi che influiscono sulle modalità di lavoro, sulla possibilità di godere di spazi e in generale sulla vivibilità stessa dell’azienda”. Fierro evidenzia come “sul mercato sono in tanti quelli che propongono servizi di welfare ma spesso si tratta di servizi che vanno a intervenire sulla parte finanziaria dell’aziende, non migliorando la gestibilità dell’azienda, la creazione di uno spazio armonico che tenga conto delle esigenze delle persone”.

“Noi – aggiunge Fierro – creiamo e proponiamo un welfare più complesso che parte da un’analisi dei bisogni per passare attraverso la progettazione di un piano welfare specifico. Il piano viene esaminato e validato da tutte le parti attive all’interno dell’impresa; da lì comincia il percorso di costruzione all’interno dell’impresa di una nuova modalità di convivere in azienda, con l’obiettivo di generare armonia e avere un impatto forte con progetti reali ad alto impatto: penso alla possibilità per le madri di avere l’assistenza di una persona che tenga i bambini durante le ore di lavoro o ancora di poter usufruire di una lavanderia convenzionata”. Ci sono poi opportunità che mettono in relazione più aziende con la creazione di una mensa interaziendale o di asili o ancora di un ambulatorio. “Dove c’è la possibilità – dice Fierro – saranno le cooperative stesse a erogare i servizi. Le grandi cooperative hanno già cominciato a lavorare sul welfare mentre per quanto riguarda le piccole e le medie in alcuni casi ancora c’è poca consapevolezza per questo è importante la prima fase di analisi che consente di tracciare un quadro dell’impresa e dei servizi di welfare che offre”.

Nel corso di un incontro che si è svolto a inizio marzo al Forum Monzani di Modena, dal titolo “Coop4welfare: nuove opportunità per il benessere di soci e dipendenti”, è stato presentato l’accordo siglato tra Insieme Benefit e Valyouness. L’evento ha visto gli interventi, oltre che dello stesso Fierro, anche di Chiara Nasi (Presidente Cirfood), Alessia Carradore (Direttore di Valyouness) con Cristian Golinelli (Direttore Confcooperative Modena), Claudio Arlati (Cisl Emilia-Romagna), Francesco Artioli (Direttore commercialista), il Sociologo Flaviano Zandonai, Giovanni Teneggi (Direttore Confcooperative Reggio Emilia), Andrea Nascimbeni (Presidente 4 Madonne Caseificio dell’Emilia), Jassika Fili (Cooperativa Wabbit Translations), Emmanuele Massagli (Presidente AIWA) e Matteo Manzoni (Direttore Confcooperative Bologna).

“Le cooperative sanno mettere al centro le persone, patrimonio fondamentale di ogni organizzazione e proprio vantaggio competitivo – ha detto Chiara Nasi -, sottolineando come sia stato un passo naturale fondare nel 2020 la società Valyouness in quanto “Cirfood da oltre 50 anni si impegna a dare servizi alle imprese e alle persone, e Valyouness è nata per rispondere alle richieste di welfare di aziende pubbliche e private, enti, organizzazioni sociali e territori, promuovendo un’idea che riporta al centro i bisogni della persona”.

“Abbiamo deciso di investire ulteriormente con l’obiettivo di allargare le opportunità che Cirfood può offrire a clienti pubblici o privati nell’ottica di contribuire a sviluppare progetti di welfare Aziendale, Sociale e Territoriale – sono state le parole di Alessia Carradore, Direttore di Valyouness -. Fare welfare vuol dire costruire un’offerta adeguata ai bisogni dei dipendenti e dei cittadini. Il welfare aziendale è vincente quando è in ottica integrata nel territorio e la società di welfare si pone come un facilitatore del dialogo che porta alla costruzione di un piano utile a tutti. Per questo, oltre alle Grandi Imprese, vogliamo parlare alle Piccole e Medie, coinvolgendole, ascoltando bisogni, necessità e dando loro la corretta consulenza”.

Tags

I commenti sono visibili solo agli iscritti.

newsletter

Nome Cognome
Email
Cooperativa
Indirizzo