Assemblea Lavoro e Servizi Lazio, parlano Marcocci e Innocenzi

martedì 17 maggio 2022

Due anni di pandemia, ora gli effetti della instabilità geopolitica ed economica causata dal conflitto in Ucraina che ha visto schizzare i prezzi di materie prime e carburanti, mettendo ancora una volta a dura prova le cooperative. L’universo Lavoro e Servizi del Lazio, che tiene la sua Assemblea domani 18 Maggio prossimo insieme a Federsolidarietà e Sanità, racconta di innovazione e resilienza, digitalizzazione e capacità innata di reinventarsi.

"Lo spirito cooperativo è il quid in più, il pezzo decisivo del puzzle, quello che permette di chiudere sempre il cerchio e ripartire. La capacità di rimodellare i propri servizi, mantenendo sempre salda la propria identità, – ci dice il Presidente di Confcooperative Lazio Marco Marcocci – anche e non solo per le cooperative di lavoro è stato ed è la chiave per affrontare non solo le difficoltà contingenti ma anche e soprattutto le sfide del futuro. Questi anni ci hanno sì lasciato in eredità delle enormi difficoltà, ma anche delle altrettanto enormi opportunità: soluzioni che ora, da possibilità, sono diventate fattori di sviluppo".

E il futuro si può leggere in combinato disposto con la dimensione territoriale cui Confcooperative è indissolubilmente legata, raccontando quanto questo binomio sia produttivo e fecondo di crescita per ogni territorio su cui insiste una cooperativa: "Dare lavoro, essere vicini ai lavoratori, fornire strumenti di formazione e innovazione, costituire una sorta di cordone di sicurezza attorno a chi si trova temporaneamente in difficoltà è un fattore di stabilità incredibilmente potente per i territori – spiega Marcocci – e non ci sfugge quanto, in questo, sia decisivo il concetto di comunità. Un valore imprescindibile, di cui la cooperazione è depositaria e che essa stessa nutre con le mani e le idee dei cooperatori. E la stabilità, come una pianta, se ben innaffiata produce crescita. L’economia reale, con la dimensione globale sullo sfondo, riparte dal territorio".

Proprio per enucleare il valore della comunità e del lavoro, e per donare luce ad un concetto che si rileva ogni giorno sempre più fondante, l’Assemblea di domani vedrà due tavole rotonde tematiche su lavoro e su sociale/sanità in cui si confronteranno esponenti istituzionali e della società civile. Un appuntamento il cui significato il presidente Marcocci riassume così: "Si scrive valore, si legge cooperazione".

"Si assiste ad un ripensamento di tutti gli aspetti legati al lavoro", ci dice il Presidente di Lavoro e Servizi Lazio Emilio Innocenzi, "penso alla prossimità e alla mobilità, al tema degli spazi: prima della pandemia tutto ruotava attorno al concetto di momento. Ad una consegna o ad un trasporto per esempio: oggi la concezione di sostenibilità aziendale ci dice che ognuno può essere un pezzo di questa nuova idea di lavoro".

Innocenzi non manca poi di accennare a quello che è il delicato tema dei contratti alla luce dell’uso ormai sempre più intensivo dello smartworking; tema che, spiega Innocenzi, tocca tutta la dimensione del rapporto fra lavoro e persona. "Noi abbiamo un grande vantaggio – dice – perché da sempre come cooperazione abbiamo vissuto la dimensione del lavoro adeguato alla persona. Noi su questo siamo avanti".

"Il lavoro deve cambiare, ma non in sé – spiega Innocenzi ragionando sulla città di Roma e sulle innumerevoli declinazioni del settore vitale del lavoro –, bensì nel contesto in cui si inserisce. Stesso discorso si può fare sul tema dell’efficienza energetica, per esempio: il lavoro deve essere integrato nello sviluppo di una società. Non sempre il cambiamento migliora, ovviamente, ma se non cambi non migliori. Formazione, esperienza, cambiamento: in tutto questo nasce ciò che la cooperazione crea come valore".

Lanciando lo sguardo all’assemblea di domani Innocenzi sintetizza così il suo pensiero: "Un’impresa che non punta sul valore del lavoro, non può che causarne la diminuzione. Noi abbiamo un valore superiore su questo. E da qui il titolo della tavola rotonda di domani: il valore del lavoro".  

I commenti sono visibili solo agli iscritti.

newsletter

Nome Cognome
Email
Cooperativa
Indirizzo